È domenica mattina, sono circa le 8 e io non riesco più a dormire. È strano perché sono una dormigliona e la domenica è il giorno in cui ci svegliamo con calma, insieme e facciamo tutto a rallentatore! Invece ho già gli occhi a palla!
Provo a girarmi per cambiare posizione ma niente, ormai sono sveglia.
È da giovedì che tu insisti per comprarmi un test di gravidanza ma io te lo impedisco. Anche questo è strano perché le altre volte avrei pagato per avere un test in casa nei giorni prima…ma stavolta no. Stavolta mi dico che tanto fare un test prima del tempo non avrebbe senso, quanta razionalità! Non è proprio da me!!!
Oggi però sarebbe il giorno degli esami del sangue, solo che è domenica e quindi lo ho rimandati a domani. Ma un test ci sta! È attendibile e almeno mi evita un’altra giornata nel limbo dell’incertezza.
Ho deciso, mi alzo e mi preparo a farlo. Tu dormi beato… Almeno così sembra. Mi piacerebbe farti una sorpresa E svegliarti una volta visto il risultato…
Vado in bagno, faccio il test e lo metto sul mobile, la clessidra inizia a girare…mi affaccio alla camera e ti vedo, sdraiato come prima ma con gli occhi spalancati!!
“Ho sentito che ti alzavi” mi dici “hai fatto?”
Ti invito ad unirti a me mentre sbircio il test e vedo già parte dell’esito. La scritta Incinta è lì e la clessidra continua a girare per sentenziare da quanto tempo…
Tu guardi e, ancora un po’ assonnato mi chiedi “ma adesso esce NON davanti??”
Mi viene da ridere! Mentre esce 2-3 io ti spiego che i creatori dei test di gravidanza non possono essere così crudeli da farti questi scherzi!!
È fatta, siamo incinti da 2-3 settimane! Tu ridi, sei felice come non ti ho mai visto…io rido ma dentro di me non mi sento arrivata ma solo in partenza. Non voglio correre con la mente e con il cuore, non so se sarei in caso capace di tornare indietro! E allora restiamo così, un po’ in bagno frastornati dal nostro primo test positivo in 4 anni.
Il sonno è passato, vorremmo uscire e spaccare il mondo ma stiamo in casa nel nostro silenzio che oggi dice più di mille parole. Forse dentro di noi già sogniamo in silenzio o forse semplicemente la paura blocca entrambi e non ne parliamo molto. Ci sono ancora tanti passi da fare. Ma qualcosa di diverso in questa casa oggi c’è, e decidiamo di godercelo tutto!

Arianna N.

Annunci