Facebook mi propone dei ricordi, delle immagini di te, di noi, di ieri. Era ieri che ti fotografavo e poi ritagliavo solo i piedini, era ieri che l’aperitivo al mare col Mojito non lo facevi tu, di 3 mesi, non lo facevo io, che ti allattavo, ma lo faceva il babbo, perché con noi due se lo meritava proprio.  
Le immagini di quella lunga, lunghissima estate, facevano vedere tutta la tua tenerezza, il sole, il tempo insieme…vedo quelle foto e quello che provo non è spensieratezza, (tema ricorrente! Non provo mai quello che ci si aspetta che si dovrebbe provare..) ma sollievo e malinconia insieme. 

Quella prima nostra estate è stata molto dura, insonne, tu eri bravissimo di giorno ma molto poco la notte…avevi tanta fame e io poco da offrirti. In tutti i sensi.
Ero stremata e in quello che doveva essere un “buen retiro” mi sentivo in esilio, lontana dalle mie cose e da chissà quali certezze, che non avrei avuto da nessuna parte…
Menomale che quelle foto mi sbattono in faccia quanto mi sono goduta poco il tuo amore, e il nostro tempo insieme. 
Adesso che siamo cresciuti, e insieme facciamo tantissime cose, e grazie al tuo carattere meraviglioso le facciamo con spensieratezza, continuo a farti foto, ormai per intero…sperando che, se mi sfugge qualcosa, lo ritroverò guardandole. 
Sollevata perché il tempo passa, malinconica, perché passa troppo, troppo in fretta. Soprattutto d’estate.
Valentina C.

Annunci