maniLa nostra nuova vita è fatta di giornate lunghissime eppure troppo corte. Ci siamo fatti in quattro e siamo spesso a quattro zampe, a cercare giochi lanciati dietro un mobile o ciucci lanciati sotto il divano. E sì, i nostri figli al Discobolo di Mirone gli fanno un baffo. La nostra nuova vita è fatta di pianti da colichette ai quali si aggiungono in stereofonia i pianti da ora-basta-prendi-in-braccio-anche-me. È fatta di braccia fortissime e schiene dolenti perché sì, certo che ti prendo, e dunque i momenti con entrambi i pupi sul groppone sono più frequenti di quanto si possa immaginare (E il loro peso insieme è di gran lunga superiore al mio, madre in via di prosciugamento). È fatta di domeniche di sole in cui per uscire ci metti due ore. È fatta di una camera da letto più stretta perché invasa da culla e lettino. Di poppate con una mano che sorregge il piccolo e l’altra che accarezza il grande che poi grande non è.

Ci siamo fatti in quattro e ci sembra di essere mille in casa, altrimenti perché tanti bucati al giorno? Ah sì, per il ritorno di cacche liquide e gialline che devi smacchiare mentre il principe spinge i tasti della lavatrice. La nostra vita è fatta di cene molto movimentate, che ci proviamo tutte le sante sere a mangiare insieme ma tre su quattro ci si alterna a ingurgitare. Tre su quattro non è casuale. L’unico che sta sempre seduto è Davide. Fisso al seggiolone, mangia dall’ora della sua pappa fino a che non finiamo tutti noi. È l’highlander del cucchiaino.

Ci siamo fatti in quattro e abbiamo, nostra fortuna, due bagni e due fasciatoi. Questi ultimi li usiamo troppo spesso contemporaneamente. Così spesso che abbiamo indetto un nuovo gioco in casa: la gara al cambio più veloce. Modestamente, il fasciatoio vincente è sempre il mio. In bagno invece non vinco mai. E chi ha il tempo di fare pipì?

Le notti. Le nostre notti iniziano all’una dopo l’ultima poppata e finiscono alle quattro, quando Claudio si sveglia per mangiare e poi vuol dormire solo appiccicato a mamma o a papà, insomma al genitore che intanto non è stato chiamato da Davide perché anche lui vuol dormire facendo le fusa. La nostra nuova vita è fatta di tante coccole il pomeriggio, dopo il riposino. Che lo devi svegliare entro le 16.20 altrimenti al papà viene la febbre all’idea dell’orario in cui andrà a dormire la sera. Ma oggi non vale, se no come lo scrivo questo post dopo appena due mesi e mezzo che non riesco a farlo? La nostra nuova vita è fatta di tuffi sul letto, di primi meravigliosi sorrisi. È fatta di Davide che vuol insegnare a Claudio ogni cosa che sa e di Claudio che sgambetta appena lo vede al mattino. È fatta di scoperte, vecchie e nuove. Di casino, in casa e nella testa. D’amore, infinito amore. Di sonno, infinito sonno.

Ci siamo fatti in quattro eppure mi sembra che interi non fossimo nulla.

Alessandra Erriquez

Annunci