tempi d'attesaL’ho capito. L’all inclusive da me offerto alla piccola ospite che alberga nella mia pancia è molto gradito. Tecnicamente il check out è previsto per sabato 1 marzo, ma il fatto che qui non si muova una foglia mi lascia pensare che il soggiorno sarà prolungato un pochino. In realtà non è solo la momentanea calma piatta a farmi temere che la bimba resti rintanata ancora un po’. Secondo me lei sta cogliendo le pressioni esterne e nascerà oltre il termine previsto per dispetto. Sono circondata da persone piene di impegni che continuano a ripetermi che se la bambina nascesse questa settimana sarebbe più comodo per tutti. Mio marito ha il problema che non può continuare a rimandare i suoi viaggi di lavoro ed è talmente agitato che pare debba partorire lui. I miei genitori devono venire a Piacenza dalla Basilicata e mia madre deve organizzarsi col lavoro. I miei suoceri stanno combattendo la loro repulsione per la telefonia mobile andando a letto con il cellulare acceso sul comodino e sembra che la cosa gli pesi molto (quasi quasi stanotte li sconvolgo con un falso allarme!). Le mie migliori amiche, che vivono a Roma e Barcellona (beate loro!), stanno organizzando una visita congiunta per conoscere la new entry del gruppo e cercano una data che vada bene sia per me sia per loro. Ecco, questa è la mia teoria del “non nasco perché mi state stressando”. Ma non è l’unica che ho sviluppato in queste settimane. Siccome sono circa due mesi che mi ripetono che la bambina è in posizione, che è “molto bassa”, che il liquido amniotico non abbonda e che potrebbe nascere prima del termine, succederà tutto il contrario. Come quando vai alla posta, i numeri del tabellone elettronico scorrono veloci e quando sta per arrivare il tuo turno i tempi di attesa si allungano perché chiudono due sportelli. D’altronde sono tutte congetture. Il bello della vita è che segue solo le sue regole e non glie ne frega niente di tutto il resto. Bimba mia nasci pure quando vuoi, vieni al mondo quando sei pronta e assapora la prima libertà che ti viene concessa.

Antonella L.

Annunci