wallpaper-del-film-natale-in-crociera-67643“Tu ci andresti MAI in crociera?”
MAI! E mica sò una vecchia!”

Dopo “In braccio MAI, sul lettone MAI, allattarlo a richiesta MAI, farlo addormentare mentre lo dondoli in piedi MAI, farlo smangiucchiare per casa MAI, il box MAI, la televisione MAI, vagare per le scale MAI, nanna dopo le 9 MAI, levarlo dall’ovetto se urla in macchina MAI, giocare con oggetti non sicuri MAI… ”
Ecco un’altra certezza che l’avvento di tuo figlio fa vacillare
Guardo i miei “ 2 biglietti e mezzo” per la SPLENDIDA (già il nome mi fa venire i brividi) MSC che salperà per una INCREDIBILE ( il copy del depliant non lesina con gli aggettivi) crociera natalizia nel mediterraneo.
Una vocina perfida se la ghigna alle tue spalle:
“Come tu e tuo marito non eravate QUELLI CHE… dalla Malesia avete volato in  Cambogia per mangiare carne di coccodrillo su un bbq Khmer? QUELLI CHE in Australia hanno vissuto in famiglia  per un mese? QUELLI CHE con un quad hanno girato la Thailandia? CHE alle Andamane vivevano su una palafitta senza luce e con il bagno all’aperto? E CHE in Madagascar hanno dormito dentro un’autofficina? ……
E non eravate mica QUELLI CHE … “Ma come cacchio si fa a prenotare tutto? Ma che palle il mini club! Ma come si fa a partire con 10 valigie? Abbasso i buffet e i tour organizzati! Che noia ALL inclusive!”
E mentre sei impegnata a cacciare la perfida vocina, tuo figlio si posiziona sopra una piramide di vestiti come una ciliegina sulla torta.

Tu li vorresti/dovresti mettere in valigia, mentre lui li lancia per la stanza con urlo di Tarzan…
Ti abbandoni sulla sedia, rannicchiata con i tuoi milioni di acciacchi.

Annoveri: 30 ore di sonno arretrato, 2 canotti sotto gli occhi, cervicale distrutta per averlo ninnato 8 ore consecutive, schiena a pezzi perché lui adora fare passettini mentre tu gli stringi le manine piegata a 90,  faccia tumefatta per morsetti e testatine scherzose (immancabili manifestazioni d’affetto giornaliero), mani ustionate per dimostrargli che: “No, il forno non si tocca!”, e ginocchio  gonfio perché con un gesto “atletico” hai cercato di scavalcare il suo cancelletto protettivo e PUFF sei caduta dalle scale….
A questo punto, la perfida vocina ti riformula la domanda:
“Ma tu ci andresti mai in crociera?”
Trentasette anni e sentirne 2014. L’esperienza della nonna insegna: MAI DIRE MAI!
Un MARE di Auguri a tutti!

Francesca C.

Annunci