fratelliniAlla soglia delle 35 settimane di gravidanza, ho compiuto 33 anni. Che sono un po’ “da grande” ma in realtà quel che più mi fa adulta non è l’età quanto l’avere quasi due figli. E vabbè che il mio cervello sta marinando negli ormoni ma le riflessioni sono tante, solo per l’occasione ridotte a 33.

1. Il primo figlio mi impedisce di fare la pipì. Non che sia un mammone, tenero sì ma gli piace la compagnia di tutti. Solo che i mesi di riposo forzato da fratellino ci hanno costretto a limitare i nostri giochi e lui pare aver acconsentito a patto di sapermi sempre accanto
2. Il secondo non sembra essere d’accordo e preme (letteralmente) perché io faccia pipì almeno ogni ora
3. Puoi diventare grande quanto vuoi, giocare a nascondino con tuo figlio è una figata
4. Vedere le sue espressioni e riconoscere quelle mie e di mio marito fa impressione quanto meraviglia
5. Certe filastrocche sono proprio assurde ma non si mette mai di imparare: il dottore si ammala se tre civette fanno l’amore con sua figlia e quando piove trattasi di acqua di limone
6. Il piccolo nel pancione è un amante di Ludovico Einaudi, che intenditore. Non sottovalutiamo però neanche le più recenti scelte musicali di Davide. Trovo che il ballo del qua qua contenga un verso di altissima poesia: prendi sotto braccio la felicità. Stupendo augurio per i miei figli
7. Quando camminano è la svolta
8. Un bimbo che accarezza il pancione con dentro il fratellino è la più bella immagine per la parola emozione
9. Dovrebbero inventare dei paraocchi genitoriali per quando devi dirgli no e lui ti guarda con occhioni da cerbiatto
10. La bellezza del suono della sua risata potrà essere eguagliato solo dal suono delle loro risate
11. La tecnologia va avanti solo per finta: dov’è un dito bionico per mettere il gel per i dentini senza essere mutilati?
12. Avere un figlio che non dorme ti fa capire perché la privazione del sonno è uno strumento di tortura
13. Quando balla è tutto la mamma, quando mangia pasta e fagioli è tutto il papà
14. Vederlo lanciare gli oggetti mi ricorda che dobbiamo comprare un casco al piccolo in arrivo
15. Tre anni fa abbiamo rifatto casa a nostra immagine e somiglianza. Oggi non è più casa nostra
16. Sei veramente genitore quando tornando a casa la tua prima domanda è: ha fatto la cacca?
17. Domenica vuol dire coccole nel lettone
18. A un anno e mezzo già ti frega il cibo dal piatto
19. Tra un mese arriva un altro maschio in casa e ancora non so se sarò la regina o sarò solo in strettissima minoranza
20. Quando guarda le foto e indica i nonni che non ci sono più penso che stiamo facendo proprio un bel lavoro
21. Il frugoletto, interrogato su una marachella, già incolpa l’elenco intero dei suoi conoscenti prima di ammettere che è stato “Daide”. Povero fratellino, appena nella culla sarà responsabile pure dell’effetto serra
22. Ripete tutto, ma proprio tutto. Si accettano scommesse su quale (e sentita da chi) sarà la sua prima parolaccia
23. Scommesse aperte anche sulla data di nascita di Claudio
24. Abituata alla simpatia dei miei figli, mi immagino in travaglio mentre mio marito addenta il capitone
25. Quando mamma e papà litigano, i piccoli (fuori e dentro la pancia) si arrabbiano
26. Quando si danno un bacio, quello fuori si attacca alle gambe perché vuol essere preso in braccio e trasformarlo in un dolcissimo bacio di famiglia
27. Puoi avere cento figli (tu, non io) ma non ti abituerai mai alla grandezza del mistero di averne uno che cresce dentro te
28. Ognuna è mamma a suo modo, ma quant’è bello condividere
29. Ognuna è mamma a suo modo ma certe ti fanno sentire che, dai, peggio di loro non potrai mai fare
30. Avere due figli a distanza di un anno e mezzo è un’idea malsana (e pazzamente bella)
31. Condividere questa esperienza con un marito che è un bravo papà ti fa sentire che la tua vita ha preso una piega stupenda
32. Il viaggio a Parigi è saltato ma qui costruiamo torri portentose e io sono più ripiena di un’omelette
33. Alla faccia dei 33 anni, imito la scimmia e il maiale in modo eccellente: mio marito mi prende in giro ma mio figlio ride e allora chissenefrega, lasciatemi vivere senza dignità.

Alessandra Erriquez 

Annunci