Mary-poppinsCapita a tutte (o quasi) quel momento. Quello che avevi rimandato per tanto tempo sperando di farcela. Poi il lavoro, gli impegni, o una gravidanza delicata ti costringono ad affrontarla: la scelta della babysitter. La vuoi affidabile, la vuoi esperta, la vuoi dolce e la vuoi decisa, la vuoi disponibile, la vuoi che ami tuo figlio e che sappia rispettare i ruoli… La vuoi perfetta. Poi c’è tuo marito che la sogna sexy, la sexy tata.
Ora, il caso vuole che io abbia già una ragazza che viene due mattine a settimana mentre sono a lavoro, una brunetta carina e deliziosa che adora Davide e la cosa è reciproca. La adoriamo tutti, in verità. Aperte le selezioni per il pomeriggio, dopo una caterva di ragazze a cui pare portassimo fortuna visto che appena le chiamavamo venivano assunte da qualcun altro dopo mesi di disoccupazione, incontriamo una biondina pallavolista. Eccola, la sexy tata. Ero già terrorizzata all’idea di avere le veline in casa, quando il fato mi ha assistita e Mimì Ayuara si è autoeliminata. A questo punto è arrivata una donna di 43 anni (che poi, parliamone, è meglio una ragazza inesperta e tutta da istruire o una donna esperta che è convinta di sapere tutto anche su tuo figlio?). Una signora, dicevamo, madre di due figli e separata, che i miei amici hanno presto rinominato milf. Il meglio l’ha fatto un amico noto per la sua incontinenza verbale e venuto a trovarci dopo tre anni di lontananza solo per passare i primi dieci minuti buoni a raccontare di Schumacher che ha perso la verginità con la sua tata. Non considerando affatto che a) parlava del mio Schumacher e b) la tata era lì a 20 cm.
Ne avrei da raccontare ogni giorno su questo rapporto strano, soprattutto perché quando lei è con Davide io sono in casa tutto il tempo. A letto, ma con un ottimo udito. Come quando l’ho sentita esortare il mio ometto a giocare con i soldatini. I soldatini??? Intanto soldati, pistole e guerre sono banditi in questa casa di irriducibili sognatori, e poi… sono dei rivoluzionari! Trattasi di pupazzetti del primo bimbo di casa, mio marito, che rappresentano grandi uomini della Storia. Ora, io capisco il fraintendimento con Ernesto Che Guevara, vestito con la mimetica, ma Gandhi… dai, il povero Mahatma con la tunica bianca e gli occhialetti è stato pure mutilato dal nostro piccolo gambizzatore. Insomma, va bene tutto, ma questa no. Mary Poppins, questa pillola proprio non va giù!

Alessandra Erriquez

Annunci